Infondimusica

Docenti

Sonig Tchakerian - violino

“Una grande violinista che all'esibizione virtuosistica aggiunge l'anima.” (Giorgio Vitali, Famiglia Cristiana)

“Sonig Tchakerian ha il fascino soggiogante di chi ha grinta in nome della musica grande che interpreta.” (Lorenzo Arruga, Panorama)"Il bagaglio virtuosistico è solo un mezzo, nell'esecuzione della Tchakerian, per scavare negli abissi dello spirito." (Letizia Michielon, Il Gazzettino)

“Sonig Tchakerian gets around her magnificent Gagliano with real aplomb. Her ricochet control is remarkable, and she possesses an alluring cantabile which works wonders.“ (Julian Haylock, The Strad)

“Nella cavata imperiosa e sottilmente misurata di Tchakerian, così come nel tocco duttile e di fervida eloquenza di Argerich, la Sonata schumanniana è risultata letteralmente scolpita come un capolavoro romantico sofferto e commovente” (Cesare Galla, Il Giornale di Vicenza)

 

Violinista italiana di origine armena, ha iniziato a suonare il violino giovanissima sotto la guida del padre. Trasferitasi in Italia, si è diplomata a 16 anni con il massimo dei voti e la lode, con Giovanni Guglielmo. Si è perfezionata per alcuni anni con Salvatore Accardo a Cremona, oltre che con Franco Gulli a Siena e con Nathan Milstein a Zurigo.
Premiata al concorso Paganini di Genova (nel 1980) ed all'ARD di Monaco di Baviera (nel 1982 e nel 1988), tiene recital per violino solo o con pianoforte collaborando tra gli altri con Bruno Canino, Andrea Lucchesini, Roberto Prosseda e Stefania Redaelli. Invitata come solista da prestigiose orchestre quali la Royal Philharmonic di Londra, la Bayerischer Rundfunk di Monaco, la Verdi di Milano, le orchestre del San Carlo di Napoli e dell'Arena di Verona, I Solisti Veneti, l'Orchestra di Padova e del Veneto, ha lavorato con direttori quali Piero Bellugi, Riccardo Chailly, Daniele Gatti, Antonio Janigro, Daniel Oren, Claudio Scimone, Emil Tchakarov.
È tra i pochi violinisti ad eseguire dal vivo l'integrale dei Capricci di Paganini, registrati anche in cd nel 2003 per Arts. La sua discografia comprende le Sonate 0p. 23, 24 e 47 “Kreutzer” di Beethoven, inserite da Deutsche Grammophon nella Beethoven Collection (2010), il Concerto di Barber e la Serenata di Bernstein (Amadeus, 2006), l'integrale dei concerti di Haydn (Arts, 2001), il Concerto n. 5 di Vieuxtemps e il Rondò capriccioso di Saint-Saëns (Audiophile Sound, 1997), l'integrale per violino e pianoforte di Ravel (AS disc, 1991).
Assieme al marito, il pianista e direttore d'orchestra Giovanni Battista Rigon, ha fondato le Settimane Musicali al Teatro Olimpico di Vicenza, dove ogni anno in qualità di responsabile della musica da camera invita alcuni tra i più noti musicisti ad interpretare con lei capolavori della musica da camera. Il Festival si svolge a maggio nel celebre teatro del Palladio ed è regolarmente trasmesso da RAI Radiotre.
Il centenario schumanniano del 2010 l'ha vista protagonista, assieme a Martha Argerich, di un programma monografico che partendo dalle Settimane vicentine ha fatto poi tappa a Roma (Filarmonica Romana) e Bologna (Bologna Festival).
Molto apprezzata anche come didatta, dall'anno accademico 2009/10 le è stata affidata la prestigiosa docenza di violino nell'ambito dei corsi di perfezionamento dell'Accademia Nazionale di Santa Cecilia a Roma. Tiene inoltre masterclass presso Antiruggine a Castelfranco Veneto e per il Gubbio Summer Festival.
Ha fatto parte del Trio Italiano, con il quale le è stato assegnato all'unanimità il Premio Gui di Firenze (nel 1990), e con il quale ha registrato le integrali di Beethoven, Schubert e Schumann.
Molti i compositori che hanno scritto per lei: Boccadoro, Campogrande, Dall'Ongaro, Mosca, Perocco.
Nel 2008 ha avuto l'onore di suonare alla presenza del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, al Palazzo del Quirinale in diretta per RAI Radiotre.
Suona un magnifico violino di Gennaro Gagliano, costruito a Napoli nel 1760.

web-site