Infondimusica

Corsi

Corso di tecnico del suono con Matteo Costa (dal 16 al 18 maggio 2014)

PROGRAMMA DEL CORSO
Il corso, aperto ad allievi di tutte le nazionalità senza limite di età, si terrà a Fondi (LT) dal 16 al 18 maggio 2014 l'auditorium comunale di Fondi.

MODALITA' DI PARTECIPAZIONE
Gli allievi si dividono in Effettivi ed Uditori. Ad ogni partecipante effettivo che avrà frequentato per intero il corso verrà rilasciato un attestato di partecipazione, che sarà consegnato dal Sindaco della città di Fondi durante l'ultimo giorno di corso. Alla segreteria organizzativa dovrà pervenire entro e non oltre il 4 maggio 2014 la domanda di partecipazione (utilizzare il form nel sito) congiuntamente alla tassa di iscrizione ed alla tassa di frequenza, pagate tramite bonifico bancario.
E' previsto che gli allievi effettivi siano massimo 8.

TASSA DI ISCRIZIONE
La quota di iscrizione, non rimborsabile, è di 60 euro per gli effettivi ed uditori.

TASSE DI FREQUENZA
* Effettivi € 160,00
* Uditori € 40,00

COORDINATE BANCARIE
Associazione musicale ''Ferruccio Busoni''
c/o Studio legale Velletri
via Appia lato Itri, 86 - 04022 - Fondi (LT)
IBAN: IT07 W052 9673 974C C019 0001 053
Banca Popolare di Fondi - Agenzia di Fondi 3

LEZIONI
Le lezioni sono pubbliche e si svolgeranno sempre alla presenza del docente, degli effettivi e degli uditori. Verranno svolte delle esercitazioni sul campo e ci sarà una collaborazione con il corso annuale in pianoforte tenuto da Alessandra Ammara e Roberto Prosseda.

ALLOGGIO
Per informazioni e/o prenotazioni contattare la segreteria organizzativa via mail.

PROGRAMMA DI STUDIO
Il programma del corso, che verte su elettroacustica ed acustica musicale, sarà così strutturato:

I parte: Introduzione all'acustica
1.1.1. Parametri fondamentali dei suoni: frequenza, ampiezza, forma d'onda
1.1.2. Unita di misura: Hz, dB
1.1.3 Rappresentazione nel dominio del tempo
1.1.4. Rappresentazione nel dominio della frequenza
1.1.5. fenomeni periodici e fenomeni non periodici
1.1.6. pseudo-periodicità
1.2.1. Introduzione all'acustica musicale:
1.2.2. l'acustica degli strumenti musicali
1.2.3. modelli delle famiglie strumentali
1.2.4. rappresentazione spettrale dei suoni strumentali
1.2.5. radiazione sonora degli strumenti musicali

II Parte: Microfoni e tecniche microfoniche
2.1.1. Introduzione, tipologie e caratteristiche costruttive
2.1.2. Caratteristiche: sensibilità, risposta in frequenza, rumore di fondo, massima pressione sonora indistorta, dinamica, impedenza di uscita, alimentazione, caratteristica polare
2.1.3. I microfoni nella realtà: variazione della caratteristica polare in funzione della frequenza, influenza delle dimensioni e struttura di capsula e microfono
2.1.4. Effetto prossimità
2.2.0. Tecniche di ripresa stereofoniche
2.2.1. Introduzione storica e prospettive future
2.2.2. Tecniche coincidenti: X-Y, MS, Blumlein
2.2.3. Tecniche quasi coincidenti: ORTF, NOS, DIN, Jecklin
2.2.4. Tecniche non coincidenti: AB
2.2.5. Esempi di calcolo della risposta delle tecniche stereofoniche (risposta e separazione dei canali)
2.3.0. Tecniche di ripresa multi microfoniche
2.3.1. Introduzione storica e prospettive future
2.3.2. Correzione delle tecniche stereofoniche
2.3.3. Uso dei microfoni spot
2.3.4. Tecniche di ripresa Surround
2.3.5. Cenno ai microfoni Surround
2.3.6. Tecniche di ripresa e problematiche all’aperto
2.4.0. Radiomicrofoni
2.4.1. Introduzione storica e prospettive future
2.4.2. Modulazione: AM ed FM
2.4.3. Possibili topologie del sistema e relative descrizioni
2.4.4. Miglioramento del segnale audio: enfasi, companding, squelch
2.4.5. Ricezione del segnale radio: sistema diversity
2.4.6. L’intermodulazione del segnale RF
2.4.7. Problematiche relative alle interferenze dovute al digitale terrestre
2.5.0. Microfoni digitali
2.5.1. Introduzione storica e prospettive future
2.5.2. Analogico o digitale: pro e contro
2.5.3. La norma AES 42
2.5.4. Gamma dinamica e rumore di fondo: possibili soluzioni

III Parte: Campionamento
3.1.1. Analisi di Fourier: la serie trigonometrica
3.1.2. Analisi delle forme d'onda più semplici (onda quadra, triangolare, a dente di sega, convergenza a Pi greco)
3.1.3. Definizione di impulso, impulso periodico
3.2.1. Spettro del segnale campionato: Alias e Teorema di Nyquist-Shannon
3.2.2. Sample & Hold, Jitter di campionamento, Jitter di trasmissione
3.2.3. Rappresentazione numerica: Codice Binario e tensione elettrica corrispondente
3.3.1. Schema elettrico semplificato di un convertitore AD e di un convertitore DA multi bit
3.3.2 Principio di funzionamento di un convertitore ad 1 bit

IV Parte: Diffusori
4.1.1. Principio di funzionamento: propagazione di un’onda generata da un pistone in un cilindro, direttività
4.1.2. Schema equivalente elettrico di un trasduttore “elettrico-meccanico-acustico”
4.1.3. Energia potenziale, cinetica e dispersa in un altoparlante
4.1.4. Reattanza e fase di un altoparlante
4.2.1. Caratteristiche costruttive degli altoparlanti
4.2.2. Woofer, Midrange, Tweeter, Tweeter a cupola
4.2.3. Altoparlanti a compressione, a nastro, trasformatore di moto d’aria
4.2.4. Diffusori Elettrostatici
4.3.1. Altoparlanti in campo libero
4.3.2. Altoparlanti su schermo
4.3.3. Altoparlanti in cassa chiusa
4.3.4. Altoparlanti in cassa reflex
4.4.5. Forma della cassa, direzionalità e diffrazione
4.4.6. La tromba
4.4.7. Gli Array di altoparlanti
4.4.8 I filtri crossover attivi/passivi e problematiche di incrocio e fase
4.4.9. Confronto fra diffusori passivi ed attivi
4.5.1. Crossover digitali
4.5.2. Sistemi digitali con filtri FIR
4.5.3. Correzione della risposta del sistema diffusore/sala

V Parte: Amplificatori e cavi
5.1.1. Problematiche relative all’accoppiamento amplificatore/altoparlante
5.1.2. Principio di funzionamento e rendimento dei principali tipi di amplificatori: Classe, Classe B, Classe AB, Classe D
5.1.3. Caratteristiche principali degli amplificatori di potenza
5.1.4. Esempi di calcolo delle prestazioni di un amplificatore in funzione del carico
5.2.1. Rappresentazione semplificata di un cavo di collegamento e suoi parametri (resistenza, capacità ed induttanza)
5.2.2. Costante di propagazione, impedenza caratteristica, velocità di propagazione in un cavo
5.2.3. Esempi di calcolo delle prestazioni di un cavo

VI Parte: Altre apparecchiature audio
6.1.1. Preamplificatori microfonici: struttura, caratteristiche
6.1.2. Costante di Boltzmann ed il rumore termico
6.2.1. Mixer analogici: struttura, caratteristiche
6.2.2. Mixer digitali: struttura, caratteristiche
6.2.3. Problematiche relative a livelli, risoluzione e rumore di fondo in un mixer digitale
6.2.4. Gestione dei livelli in un mixer in funzione dell’utilizzo recording/mixing
6.3.1. I convertitori AD e DA: struttura, tipologie, caratteristiche
6.3.2. Gamma dinamica teorica e reale
6.3.3. Conversione di frequenza e riduzione del numero di bit
6.4.1. Esempi di calcolo delle prestazioni di un impianto audio in termini di risoluzione e rumore di fondo